Nel Mondiale Endurance Rovera si proietta su Le Mans dopo Spa

Nel Mondiale Endurance Rovera si proietta su Le Mans dopo Spa

Poco fortunata la 6 Ore belga per il pilota ufficiale della Ferrari e il team Vista AF Corse, che con la 296 LMGT3 numero 55 conclude solo tredicesimo dopo una lunga interruzione con bandiera rossa che ha rovinato la strategia. Ora l’obiettivo unico è l’immediata rivincita alla leggendaria 24 Ore del 15-16 giugno

 

Non è stato un terzo round del Mondiale Endurance 2024 particolarmente fortunato quello vissuto da Alessio Rovera alla 6 Ore di Spa, disputata sabato. Il pilota ufficiale della Ferrari era al via con i compagni di equipaggio Franc╠žois Heriau e Simon Mann al volante della Ferrari 296 LMGT3 numero 55 del team Vista AF Corse e, a causa di uno sfavorevole “timing” di un’interruzione della corsa, la formazione non è riuscita a entrare in zona punti, concludendo in tredicesima posizione. La gara endurance belga è stata infatti fortemente caratterizzata dalla bandiera rossa esposta nel corso della quarta ora in seguito all’incidente avvenuto tra una Hypercar e un’altra LMGT3, quando l’equipaggio di Vista AF Corse aveva percorso 88 tornate e alla bandiera a scacchi mancavano quasi due ore.

Proprio in quel frangente Mann, al volante della vettura, era pronto a rientrare ai box per fare rifornimento e cedere il volante proprio a Rovera mentre occupava la terza posizione, ma l’interruzione della gara non gli ha permesso di effettuare la sosta. L’equipaggio ha dovuto quindi effettuare il pit stop d’emergenza alla ripartenza, per poi rientrare nuovamente dopo tre giri e completare le operazioni di rifornimento, scivolando così in fondo al gruppo. L’episodio proietta immediatamente la squadra verso la 24 Ore di Le Mans, prossimo appuntamento del FIA World Endurance Championship, previsto il 15-16 giugno sul leggendario circuito della Sarthe, dove per Alessio e compagni l’unico obiettivo sarà quello della rivincita.

 

Rovera dichiara dopo la 6 Ore di Spa: “A fine gara c’è un po’ di rammarico in quanto la bandiera rossa non ci ha aiutato, eravamo terzi e se la gara non fosse ripartita avremmo conquistato il podio. Il pit stop aggiuntivo ci ha rovinato la strategia e siamo stati costretti a ripartire dal fondo. Ora ci concentriamo sulla 24 Ore di Le Mans”.