Rovera alla 24 Ore di Le Mans, esordio per la Ferrari 296 LMGT3

Rovera alla 24 Ore di Le Mans, esordio per la Ferrari 296 LMGT3

Da mercoledì a domenica il pilota ufficiale del Cavallino torna in azione nel Mondiale Endurance e si schiera al via della leggendaria maratona francese per la quarta volta in carriera, affiancato nel team Vista AF Corse da Franc╠žois Heriau e Simon Mann al volante della vettura di Maranello, che invece è alla prima partecipazione. La gara scatta sabato alle 16.00 (diretta integrale su Eurosport 1, app e web)

 

Alessio Rovera è pronto a inaugurare un tour de force straordinario nel mondo delle corse endurance a iniziare dalla gara regina della specialità: la 24 Ore di Le Mans, quarto round del Mondiale Endurance 2024. Il pilota ufficiale della Ferrari e vincitore nel 2021 in classe LMGTE Am marca la quarta partecipazione personale consecutiva alla leggendaria corsa che si disputa lungo i 13,626 chilometri del Circuit de la Sarthe, la prima al volante della Ferrari 296 LMGT3, vettura che invece è all’esordio nel grande evento. L’appuntamento è da mercoledì 12 a domenica 16 giugno insieme al team Vista AF Corse e sulla Gran Turismo rosso-argento numero 55 che nel FIA World Endurance Championship il 28enne driver varesino condivide nella stagione iridata con i compagni di squadra Franc╠žois Heriau e Simon Mann. Nell’attuale stagione iridata, finora il miglior risultato ottenuto dall’equipaggio completato dal gentleman driver francese e dal pilota britannico è il quarto posto conquistato alla 6 Ore di Imola in aprile (con Rovera autore del giro più veloce sia nella gara di casa sia alla 1812 Chilometri del Qatar).

La 24 Ore di Le Mans è un capitolo nuovo e una sfida a sé rispetto alle precedenti, che vale una stagione e che per Alessio significa l’apertura di un ciclo di massimo prestigio su tutti i fronti dell’endurance internazionale in tre continenti diversi: dopo l’evento francese, infatti, gli impegni proseguiranno negli States nell’IMSA alla 6 Ore di Watkins Glen (23 giugno), nel GT World Challenge alla 24 Ore di Spa (29-30 giugno), nell’European Le Mans Series alla 4 Ore di Imola (7 luglio) e di nuovo nel Mondiale Endurance in Brasile alla 6 Ore di San Paolo (14 luglio).

Fra Hypercar, LMP2 ed LMGT3, in totale sono 62 le auto iscritte alla 92esima 24 Ore di Le Mans. In tutto le GT attese al via sono 23, a iniziare dalla prima sessione di prove libere attesa per mercoledì 12 giugno dalle 14.00 alle 17.00. In serata, mercoledì semaforo verde anche per le qualifiche (19.00-20.00) e per le seconde libere, in notturna (22.00-mezzanotte). Giovedì si riparte con le libere 3 dalle 15.00 alle 18.00, seguite dalla sessione di Hyperpole dalle 20.00 alle 20.30 e dalle libere 4 (22.00-23.00). Dopo il tradizionale venerdì di pausa con l’attesa parata dei piloti e le tante attività per il pubblico, sabato 15 giugno spazio al warm up dalle 12.00 alle 12.15 e poi il via della la gara alle 16.00. In Italia, fin da mercoledì tutte le sessioni saranno trasmesse in diretta in alternanza su Eurosport 1 ed Eurosport 2 e la programmazione televisiva, sempre integrale, comprenderà anche la gara, tutta su Eurosport 1. In aggiunta, disponibili tutte le dirette streaming sulle varie app, da Eurosport a Discovery+ e su fiawec.tv.

 

Rovera dichiara in vista di prove e gara: E’ sempre un piacere ritrovarsi a Le Mans, circuito particolare ed evento nel quale tutto può succedere. Abbiamo preso parte al prologo domenica scorsa e durante le sessioni in pista con il team abbiamo inaugurato nella giusta direzione il lavoro sulla messa a punto della nostra 296 LMGT3, che qui guido per la prima volta. Ci attendono ora tutte le sessioni di prova: personalmente l’obiettivo è quello di fornire il miglior contributo possibile, ma come squadra e come equipaggio dobbiamo cercare di massimizzare tutto il possibile in pista e ai box, evitando qualsiasi penalità e senza commettere errori. E speriamo che quel po’ di buona sorte che negli episodi di gara ci è mancato sia a Imola sia a Spa stavolta possa stare dalla nostra parte: anche se il fattore più importante è essere il più concreti e veloci possibile, a Le Mans conta tutto.